DICHIARAZIONE – dic 2020

“Amore, mi dispiace, devo rimanere ancora qualche giorno qui”. “Ah… Amore… Carino!”. “Eh eh, voglio stare con te. Stiamo insieme, giusto?”. “Eh beh, si, certo. Cioè, sì se ti va, se tu vuoi”. “Cretino! Torno venerdì”. “Ah, OK! Ma… per quanto tempo?”. “Come per quanto?!? Non mi vuoi?. “No, ma che… Dai… Intendevo… Conviviamo?”. “Eh, …

More

FUMATORE dic 2020

Entrai in crisi dopo soli tre giorni di disoccupazione. Mi chiamavano i miei, Mirko, gli ex colleghi, qualche altro amico non proprio amico… Nel frattempo, poi, Raissa doveva tornare a Prato. Era venuta per vacanza e alla fine si era fermata molti più giorni rispetto il preventivato, così aveva deciso di rientrare, almeno per parlare …

More

LA MIA ADOLESCENZA – giu 1998

Proprio mentre la Francia vinceva il suo primo titolo mondiale di calcio, Zidane veniva consacrato come miglior giocatore al mondo vincendo il Fifa world player e il pallone d’oro, Pantani festeggiava la doppietta Tour de France-Giro d’Italia, io avevo 17 anni e guardavo MTV. Quale adolescente, all’epoca, non guardava MTV? E mi ricordo benissimo l’effetto …

More

LA DONNA IDEALIZZATA – nov 2020

Prese un B&B in centro, nel quale rimase qualche giorno, il tempo che pensava potesse servire per sistemare le cose con Elisa e con me, senza conoscere, però prima di partire, la situazione disastrosa che aveva trovato al rientro. Ovviamente, a quel punto, di parlare con Elisa non ne aveva più voglia, ed era capibile …

More

SUDORE – giu 2019

Suonò il telefono di casa più volte, ma non avevo molta voglia di alzarmi dal divano, così lasciai squillare quell’aggeggio infernale e misi su le cuffie, scegliendo come brano “Lose yourself to dance”, che mi fece anche ballare con l’immaginazione. Passavano i minuti e di Elisa non avevo notizie; pensai che sarebbe dovuta rientrare da …

More

INFETTO – nov 2015/feb 2019

Capii presto che mi era impossibile resisterle. Pensavo a Raissa, alla sua silhouette, alla sua bocca, alle sue labbra, al suo sguardo limpido, alle pupille, alle sue guance con le fossette, al suo esile collo… Eppure mi facevo baciare dappertutto, usare, violentare, inquinare a suo piacimento e io lo volevo, mi piaceva, lo cercavo profondamente: …

More