SARA’ CHE… SONO GIA’ LE SEI

Non lo so Sarà che sono ubriaco Sarà che ho letto troppo Sarà che è quasi Natale Ma ho voglia di piangere Perché ti ho sognata Perché ti penso Perché non ti ho E vorrei solo dormire E svegliarmi con te accanto E raccontarti che è stato un sogno Ma sono già le sei E …

More

IN INVERNO, LA MORTE

Marciapiedi e pozzanghere. La pioggia scende, sbattendo incessantemente, in un pomeriggio scuro; tempo per letarghi. Lampioni solitari, come piccoli ombrosi soli, illuminano corpi stanchi. E ombrelli copiosi riversano acqua che, come lacrime amare, da smog avvelenate, scivolano lungo i stivali infangati, riempiti da gambe stanche, svilite compagne di piedi fradici, aspettando invano l’ennesimo autobus. Piove …

More

ORTENSIE

ORTENSIE Ortensie fioriscono come giovani idee, ma lente appassiscono, persino sbiadiscono ai baci del sole. All’ombra son dee e dei primi amori, tra gli orti i pensieri, scaccian le ansie, i timori, le sorti. Per questo le ortensie si piantan negli orti. Scritta per collaborazione con Stefy Lab https://www.instagram.com/stefylab88/

Riprova ancora

Il mare, che quando s’alza punta lo scoglio. Gli somiglio, perché infrange soffocando l’ostacolo, fregandosene della consistenza e della pesantezza e riprova, riprova e riprova ancora.

Petra

Ma se rimanessi per sempre qui, disteso nel letto tu non lo sapresti lo stesso.   Perché per qualche motivo non siamo un noi e non possiamo farci niente, se non aspettare che passi il presente   e ritrovarci in una nuova vita. Quindi rimango ad osservare il soffitto contemplando quello scotch ed il suo …

More

NATALE

Natale era un uomo solitario, consumava tutti i pasti fuori orario. Camminava avanti indietro in quella casa, così silenziosa ed estremamente noiosa. Scrutava i passanti per la strada, sperando di riconoscere la donna amata. Ogni giorno quell’amara delusione di essere solo su quel piccolo balcone. La gente scorgeva il suo volto, ormai stanco e con …

More

TANATOSI

Rotolano barili di spettri e lo spazio non basta a contenere entrambe le teste, ambedue le terga, tutte le arterie e le sinapsi. Si sa, quando il muro è spesso non senti i rumori aldilà, ma nessuno può accorrere a salvarti se cadi. Se picchi la testa sugli spigoli e le vicissitudini. Ed allora non …

More

TUTTO CIÒ CHE ODI DI ME

Dico parolacce Urlo Faccio il saputello Sogno ad occhi aperti Mi piace stare solo   Non sopporto chi non si affida E l’arroganza E la combatto Con l’arroganza   So stare in silenzio Per ore Ho scatti d’ira Non dico ciò che faccio Ma soprattutto ciò che penso   Non sopporto chi è superficiale E …

More

SEI BELLA

Sei bella quando guardi il cielo, quando osservi il paesaggio oltre il vetro, quando te ne vai in bicicletta, quando ti tieni stretta, quando vai di fretta, quando dici le cose che dici, quando sei con i tuoi amici… Quando pensi che il mondo non ha più speranza, quando lotti per restare a galla, quando …

More