SEI BELLA

Sei bella quando guardi il cielo, quando osservi il paesaggio oltre il vetro, quando te ne vai in bicicletta, quando ti tieni stretta, quando vai di fretta, quando dici le cose che dici, quando sei con i tuoi amici… Quando pensi che il mondo non ha più speranza, quando lotti per restare a galla, quando …

More

MAMMA NATURA

Mamma! Che nutre i suoi figli incondizionatamente, ma che condizionatamente soffre i loro insulti, insegnando ciò che farebbe una mamma qualsiasi: Ama! Ma quando sei odiato ama ancora più intensamente, perché quell’odio si disciolga come sale nell’oceano.

IL DISEGNO

C’era, sui pavimenti, un pò di polvere, per questo ho passato la pezza, ma era asciutta. Così la polvere è svolazzata, riposandosi, imperterrita, laddove si trovava poco prima. Allora ho spostato il tappeto, per coprirla. “C’è ma non si vede!” Ed essa stessa non vede ciò che succede aldiquà del tappeto. Dalla sua prospettiva i …

More

TI REGALO

Non ti ho portato delle rose che prima o poi sfioriranno. Non ti porterò a cena fuori ed è passato più di un anno. Non ti regalerò la luna, né ho promesso mai di farlo. Non pretendo di essere la tua cura e non sarò mai un tuo tarlo. Ma ti ho portato un regalo, …

More

UNA FREDDA MATTINA

Mi sento sballottato da tutto ciò che mi circonda. Sento una stretta al collo e delle pesanti pressioni sulle spalle. Sento di essere stato abbandonato, dimenticato in un angolo, riposto come la conserva. Lasciato solo all’uscita di scuola. Non comando le mie gambe, si dirigono in modo autonomo. Non comando le mie mani, si muovono …

More

STORIA DI UN SENZATETTO

La mente umana non dispone di accessi. Si può imbrogliare chiunque, persino se stessi. Questa storia racconta di un senzatetto che non ricordava che lingua avesse imparato. Quale fonetica avesse, la cosa che più gli mancava. Ma non sapeva neanche se mai l’avesse avuto, in passato, un letto. O se coloro che l’avevano creato, l’avevano …

More

GINA QUELLA SERA IO NUN T’HO CHIAMATA PIU’

Gina, quella sera io nun t’ho chiamata più… M’hanno detto che si voi, m’hanno detto che si poi, m’hanno detto che si te va, io te porto a magna’. Gina! Che pensi de ‘sta storia? Gina! Chissà se c’hai voja… Gina! Che dici de ‘ncaffè? Gina! Stamo soli soletti io e te… Gina! Preferisci ‘n …

More

NON C’E’ NESSUNO

Ho aperto la tua porta più volte ma non c’è nessuno. Mi son voltato di scatto, ho osservato bene dietro le mie spalle. Ma come pensavo, non c’è nessuno. Eppure uno volta l’ho visto… Ho visto qualcuno dietro un cespuglio, in attesa che inciampassi per fregarmi il portafoglio. Ma io non inciampo e se mai …

More

LA SORCA E ER MERLO

Quanno che attraversa la strada, er poro merlo deve da pija er volo, pe’ nun esse acciaccato vivo. Diligenze, carri e buoi, ‘ncrocevia! Che confusione! E je basta poco. Se trasforma ‘nfarco si ‘nmezzo a ‘na via c’è ‘na briciola de pane. Ma je pia ‘ncorpo si più sverta de lui sgattaiola furtiva ‘na vecchia …

More

UN GIORNO SARA’

Accadrà che ci si accorgerà che si è tutti parte di un unico corpo e che la malattia di uno equivale all’infezione di un dito o di un polmone della collettività. Succederà che prevarrà la compassione e sarà grande l’empatia che ci lega, tanto che se uno soffrisse, sentirebbe anche l’altro immensa tristezza. Avverrà che …

More